Una strategia per un modello di sviluppo partecipativo dell’area a Nord di Roma

Condividi

La ricerca si pone come obiettivo quello di pervenire alla elaborazione di una strategia condivisa dagli attori locali, in grado di delineare un percorso di sviluppo economico integrato, sostenibile ed autopropulsivo dell’Area a Nord di Roma.

Un’area questa formata da 20 Comuni che tradizionalmente interagiscono – pur con differenti livelli di intensità – attraverso scambi di carattere economico, sociale e culturale e che si prestano ad essere soggetti ad interventi integrati di sviluppo locale, proprio a seguito delle specifiche potenzialità di cui dispongono. L’area è stata suddivisa in quattro ripartizioni: l’Area Capenate ( Capena, Civitella San Paolo, Fiano Romano, Filacciano, Nazzano, Ponzano Romano, Torrita Tiberina), l’Area di Monterotondo ( Monterotondo), l’Area Flaminia ( Castelnuovo di Porto, Morlupo, Riano, Rignano Flaminio, Sant’Oreste), la Sabina Meridionale ( Castelnuovo di Farfa, Fara in Sabina, Forano, Montelibretti, Monopoli di Sabina, Poggio Mirteto, Stimigliano).

Nel delineare il percorso di ricerca si sono voluti seguire i principi che la Commissione Europea ha tracciato per garantire che la strategia europea per l’occupazione fosse fondata su una dimensione locale.

Si è così individuata un’area sufficientemente grande da poter attivare una ” massa critica” a seguito delle iniziative prescelte e che permettesse di individuare in modo certo gli attori locali chiamati a partecipare a tali iniziative.

Si è proceduto ad una diagnosi economica e sociale del territorio prescelto (l’Area a Nord di Roma) attraverso l’elaborazione di dati sia di carattere quantitativo sia qualitativo.

Da un lato sono state realizzate indagini ed elaborazioni, sulla base degli ultimi aggiornamenti statistici disponibili (ISTAT, Infocamere) e dall’altro sono state condotte una serie di interviste e focus group che hanno coinvolto i principali attori locali (amministratori, parti sociali, ecc.).

E’ stato così possibile derivare una matrice in grado di delineare sinteticamente i punti di forza, di debolezza, di opportunità e di rischio dell’area in esame, attraverso l’analisi SWOT. Infine, è stata predisposta un’ipotesi di percorso di sviluppo partecipativo, sostenibile ed autopropulsivo dell’Area a Nord di Roma.

Un’ipotesi questa, formulata intorno ad un obiettivo generale, dal quale si articolano una serie di obiettivi specifici e di relative azioni di intervento, con i relativi indicatori di risultato e di impatto che ne possono consentire il monitoraggio, l’implementazione e la valutazione.

Per informazioni
Approfondimenti

Tutte le Pubblicazioni
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.